Lavanderie.it - Il Portale del Pulito
  BENVENUTO     
Hanzi e Kanji - Cina e Giappone! www.hanzi.it Giacca Giada Giada in Giappone

La Cina 中国 non è il Giappone 日本: hanzi e kanji

Questo titolo potrebbe sembrare un’ovvietà, eppure dal punto di vista linguistico ci sono alcune confusioni. La domanda che tutti si pongono è: ma cinesi e giapponesi usano la stessa lingua? Sappiate che una risposta sbagliata potrebbe gettarvi al centro di una feroce contesa geopolitica, culturale e chi più ne ha più ne metta. In ogni caso andiamo a conoscere un po’ meglio il rapporto tra questi due sistemi di scrittura, evitando di prendere in considerazione gli hanja coreani (한자) che qui non ci interessano e ci porterebbo alla periferia delle nostre, misere, conoscenze.

hanzi kanji

Innanzitutto va detto che anche in presenza di caratteri uguali, cinesi e giapponesi li pronunciano in maniera diversa. Mentre la maggior parte degli hanzi cinesi ha una pronuncia univoca, i kanji giapponesi possono essere letti in maniera diversa. In Giappone, l’uso degli hanzi per la scrittura della lingua, ci sono due diversi sistemi di sillabazione: hiragana e katakana.

Tuttavia anche in Cina esistono numerosi dialetti che utilizzano gli hanzi pronunciandoli in maniera diversa. Questo è dovuto al fatto che il cinese comunemente detto mandarino, termine non amato e non amabile, è una riforma della lingua recente che ha tentato di unificare la Cina anche linguisticamente, attraverso la “semplificazione” degli hanzi. Se consideriamo che anche i kanji, dopo la seconda guerra mondiale, sono stati “semplificati”, possiamo capire come i due sistemi di scrittura si siano allontanati sempre più. Infatti prima della semplificazione i kanji giapponesi erano di fatto gli hanzi nella versione tradizionale, non semplificata.

Le due lingue in passato erano quindi molto più simili di quanto non siano oggi, anche nella loro pronuncia, in più non bisogna dimenticare che l’introduzione degli hanzi in Giappone fu un processo lungo nel corso del quale la pronuncia dei caratteri cambiò e nuovi significati vennero attribuiti. Tutto questo ci porta a pensare che i due sistemi di scrittura siano davvero molto simili, al punto da poter ritenere che siano lo stesso nonostante la differenza di pronuncia e la differenza stilistica nello scrivere, ad esempio nella calligrafia. Tuttavia nella loro versione digitale entrambe le lingue sono rese allo stesso modo (Unicode 誠 character).

JAPAN-CHINA-DIPLOMACY

La Cina 中国 (Zhōng​guó)

Letteralmente Cina significa paese di mezzo, visto che il carattere è formato da (Zhōng​) che significa centro e (Guó) che significa paese. Andiamo a vedere più in dettaglio.

(Zhōng) è formato da (kǒu) ossia bocca ma anche entrata, ingresso e (gǔn) ossia linea. Quale migliore imagine per un centro che una linea passante per un’apertura? (Guó) invece è composto da  (wéi), da non confondere con  (kǒu), che significa eretto, verticale, vale a dire uno spazio con dei confini, spesso inteso in senso difensivo, e (yù) la giada, da cui per estensione le pietre preziose. A sua volta  (yù) è formato da  (wáng) il sovrano (secondo alcuni studiosi la rappresentazione della sommità di un ascia, simbolo del potere) insieme a(zhǔ), che significa punto ed è un radicale. In realtà(zhǔ) sarebbe una forma semplificata di  (diǎn) che tra le altre cose significa varie cose tra cui scegliere. La giada potrebbe così essere uno degli oggetti attribuibili al sovrano.

La Cina sarebbe quindi il paese di mezzo, oppure al centro, il che rappresenta bene l’antica concezione geografica e culturale cinese, caratterizzato dalla sua importanza e ricchezza, simboleggiata dalla giada. In sostanza la Cina come vero e proprio centro del mondo.

Il Giappone 日本 (Rì​běn)

Il Giappone si trova ad est della Cina ed infatti la parola che lo definisce è formata da (rì) sole oppure giorno, in una forma molto simile a quella antica, e (běn) che vuol dire radice oppure origine. A sua volta (běn) è composto da  (mù) l’albero e (yī) che oltre a significare uno oppure la parola solo, rappresenta anche la linea dell’orizzonte, quindi il terreno, dove l’albero affonda proprio le sue radici.In sostanza il Giappone è il luogo dove il sole nasce, infatti il sole sorge ad est della Cina, il che significa che tutto torna.

Abbiamo così visto le differenze tra la Cina ed il Giappone e dato qualche informazione sui loro sistemi di scrittura.

Ti e' piaciuto? Condividilo!
Facebook
Google +
Twitter
Pinterest
Precedente Hanzi e cucina cinese Successivo Lo zodiaco cinese

Canadese Goose Jacket
Canada Goose Rea
canadá ganso usa
canada goose victoria parka
canada goose jackets for kids

Camilla Store

Camilla Store – L’evento: le foto di Giada!

Fiore-Manni-Giada

Allora, avete visto il nuovo Camilla Store? Vi è piaciuto? Per me questo evento è stato davvero un sogno (=^-ω-^=) Per immortalare ogni momento di questa grande festa ho chiesto aiuto a una mia vecchia conoscenza: Giada aveva partecipato alla prima stagione di Camilla Store ed è tornata a trovarmi per scattare alcune foto in esclusiva per il blog!

Riviviamo le emozioni di Camilla Store – L’evento grazie alle foto di Giada…

Eccomi pronta a tagliare il nastro per inaugurare il nuovo Camilla Store…

Camilla-Store-Foto-Evento-Giada

E questo è il fatidico momento del taglio del nastro ^_^

Camilla-Store-Foto-Evento-Giada-2

Le ragazze hanno esplorato ogni angolo del nuovo Camilla Store…

Camilla-Store-Evento-Armadio

La mia amica Luli ha reso tutto ancora più glam grazie ai suoi gioielli fai-da-te!

Camilla-Store-Foto-Evento-Giada-Luli-

Ecco le foto di alcune ragazze che hanno partecipato alla festa! (ci sono anche Fabrizio, Luli e Renata!)

Camilla-Store-Foto-Evento-Giada-3 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada-4 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada-8 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada6 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada7 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada10 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada11 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada12 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada13 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada14 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada17 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada20 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada21 Camilla-Store-Foto-Evento-Giada22

LOL! Spero che vi siate divertite a guardarci in TV come noi ci siamo divertite a giocare con la moda

La storia di Giada, che ama una donna "etero" (che non lascerà il marito)

11/09/2015 10:04 CEST | Aggiornato 10/09/2016 11:12 CEST
Getty Images
Woman with hands clasped against wall (praying, sadness, solitude, contemplation, dreaming, loneliness, etc.)

Per qualche minuto aveva smesso di piovere, così mi ero infilato le scarpe e ne avevo approfittato per portare Pedro a fare la pipì. Passando davanti al bistrò sotto casa, Marco il proprietario, e anche mio amico, con un cenno di saluto mi invitava a bere un bicchiere di rosso, che con quel freddo ci stava tutto. Fuori ricominciava a piovere forte, all'interno luci basse e poche persone sedute ai tavoli.

Ero dentro. Dietro il bancone, Marco, barba e ciuffo hipster, interrompe la conversazione e mi presenta Giada, una bella donna mediterranea di circa quarant'anni, poi con tono malinconico e arrabbiato riprende a parlare della sua ex. A distanza di un anno dalla separazione, anche se ormai si sentono solo attraverso rarissimi e banali sms, c'è ancora filo che li unisce, fatto di risentimento e attrazione fisica, un filo ancora troppo stretto, che fa male e che non gli permette di concedersi nuove possibilità.

A Giada invece quel filo, che lei definisce amore, la sta lentamente strangolando. Da più di dieci anni, vive una relazione semi-clandestina con un'altra donna, sposata con un uomo e madre di due figli.

Chiedo dettagli, cerco di capire e mi arrendo quasi subito. Ci sono storie d'amore che iniziano con un un ideale edificante, ma poi questo ideale per una stupida distrazione o, per una mancanza di educazione sentimentale, viene perduto per strada e impercettibilmente subentra l'abitudine. L'adattabilità morale e spirituale dell'essere umano è sempre sorprendente.

La storia di Giada, è la storia di una ragazza, che ha accettato il suo ruolo di amante, accettando anche una storia di frustrazioni e umiliazioni, che l'hanno sentimentalmente debilitata e resa cinica e insicura. Tutto nasce dalla sostanziale sperequazione su cui si basa il rapporto tra lei e l'altra (l'insospettabile lesbica). L'altra ha un nucleo familiare di riferimento, ha un marito che non ama (come tante donne sposate) ma con cui continua a vivere e ha, appunto, due figli adolescenti, con i quali ha un rapporto difficile e conflittuale e che probabilmente hanno intuito il tipo di relazione che lega la loro madre all'amica Giada.

Invece Giada è sola, isolata e non cerca nessun'altra, vuole lei e solo lei. Si può vivere in funzione di un rapporto fatto di codici e speranze? E di una storia che non va da nessuna parte, tranne il day by day? Si può accettare che il proprio amore, sia così distante dall'amor proprio?

Mi ricordo del mio innamoramento con Edu e di tutta quell'energia innescata, un propellente eccezionale, capace di vincere conflitti e superare pregiudizi (come il suo coming out). Perché quello che volevamo era solo stare insieme. Amando Edu, sono giunto ad una conclusione, che non pretendo certo sia una verità assoluta, ma è la mia verità. L'amore subentra con la conoscenza, è una scelta, un esercizio di responsabilità, che deve renderci più belli fuori e dentro, noi e il nostro partner, contemporaneamente e indissolubilmente.

Bevuto l'ultimo sorso di vino, fisso Giada negli occhi e le chiedo: "Ma se dieci anni fa, ti avessi mostrato la foto sentimentale di ciò che sei ora, della donna che sei diventata, l'avresti frequentata comunque?". Tra sospiri e sguardi nel vuoto i suoi occhi si fanno lucidi e mi risponde un lento e consapevole "no".

• Segui gli aggiornamenti sulla nostra pagina Facebook


• Per essere aggiornato sulle notizie de L'HuffPost, clicca sulla nostra Homepage

• Iscriviti alla newsletter de L'HuffPost

ALTRO:civil partnershipcoppie lesbiche gay rightsdirittidiritti gaydiritti omosessualigaygay unioni civiligay voicesitalia-dirittiitalia-gay voiceslesbichemadri lesbichematrimonio gaymatrimonio omosessualeomosessuali dirittistorie gayunioni civiliunioni civili gay
Suggerisci una correzione
💬 Commenti

Video

Dura prova per Crozza: imita Tavecchio e non si distingue lui da quello reale

"Veronica Lario non ha i 60 milioni di euro da restituire a Berlusconi: facciamo una colletta"

La modella cinese cade alla sfilata di Victoria's Secret. Ma conserva la grazia di un angelo

"Ti faccio cadere tutti i denti!", "Gli ho suonato una bottiglia in testa", e poi gli schiaffi ai bambini terrorizzati

L'aeroporto di Londra ha appena pubblicato lo spot di Natale e non riuscirete a smettere di piangere

La standing ovation dei tifosi della Juventus a Iniesta dimostra che campione è in campo e fuori

21 anni, 17 mila preferenze e 30 milioni di euro riciclati: i numeri di Luigi Genovese

"Io ignorante? Ho querelato Berlusconi: ho quasi due lauree e un master"

Renzi canta Coez sul treno Pd: l'interpretazione di "La musica non c'è" è veramente bizzarra

Eugenio Scalfari a DiMartedì: "Tra Di Maio e Berlusconi sceglierei Berlusconi"


Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Top - Siti web
Software lavanderie (IT)
lotta al falso (IT)
anticontraffazzione (IT)
Analisi e ricerca tessile (IT)

I preferiti
Borsa Italiana (62002)
Codice Fiscale (5506)
Regioni Italiane (4843)
Parlamento Europeo (4607)
Camere commercio (4389)
Cerca con Google (3669)
Confartigianato (3001)
Il tuo sito web (2956)
C.N.A (2912)
Unione Europea (2882)
Agenzia entrate (2870)
Ministero Finanze (2800)
Gazzetta ufficiale (2608)
C.N.R (2533)
Comuni Italiani (2494)
Pagine Gialle (2444)
I.N.P.S (2410)
Ambiente diritto (2404)
I.N.A.I.L (2384)
Pagine Bianche (2341)
Corte Costituzionale (2311)
Poste Italiane (2306)
La tua Banca (2277)
Governo Italiano (2276)
Italia Lavoro (2240)
Province Italiane (2221)
Unionecamere (2185)
Il sole24ore (2166)
I.S.T.A.T (2043)
Parlamento Italiano (2023)

 

Top 5 - Forum
foligno11 - 28/03/15 18:33:05
solo per chi a gia sperimentato con ottimi...
eurodry2000 - 17/12/14 12:25:08
Salve, Confermo la possibilità di...
fernando - 05/12/14 09:27:10
lo so che funziona, forse   non...
sandra - 05/12/14 09:22:21
A me funziona
fernando - 05/12/14 09:20:28
qualcuno ci ha scritto dicendo che il forum...


Top 5 - Downloads ()
Titolo Data
TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Dettagli... 21/02/2006
Testo Decreto Legislativo 626 - Sicurezza Dettagli... 21/02/2006
MODULISTICA PRESENTAZIONE MUD Dettagli... 28/02/2006
Decreto 16 Gennaio 2004 n. 44 Dettagli... 07/03/2006
PIANO GESTIONE SOLVENTI Dettagli... 21/03/2006

meno infortuni nelle lavanderie
Inserito il 29 gennaio 2015 alle 16:42:00 da fernando. IT - Informazioni varie

Settore tessile e abbigliamento: un rapporto INAIL

Commenti : 0 | Letto : 2424 | Dettagli... (308 parole)

I furbetti
Inserito il 04 dicembre 2014 alle 11:57:00 da fernando. IT - Informazioni varie

Lavanderie: 1 su 3 è self-service nella costa: Cna chiede controlli a tappeto su quelle a gettone

Commenti : 0 | Letto : 3474 | Dettagli... (479 parole)

SISTRI
Inserito il 11 luglio 2014 alle 14:48:00 da fernando. IT - Informazioni varie

Cancellazione dal SISTRI

Commenti : 0 | Letto : 2673 | Dettagli... (179 parole)

Una truffa che pesa sulle ns. spalle
Inserito il 17 febbraio 2014 alle 13:57:00 da fernando. IT - Informazioni varie

Olbia, panni sporchi a peso d'oro: lavanderia truffa 130 mila euro al Comune

Commenti : 0 | Letto : 3671 | Dettagli... (535 parole)

 
Inserzioni


Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Mappe

Mappe
Riempi i campi sottostanti per avere la mappa. L'unico dato obbligatorio è la città.
Indirizzo
Codice Postale
Città
Paese



   © Lavanderie.it 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.6 derivato da ASP-Nuke v1.2
Questa pagina è stata eseguita in 3,25secondi.
Versione stampabile Versione stampabile