Lavanderie.it - Il Portale del Pulito
  Articoli     
 

Eventi
<
Agosto
>
L M M G V S D
-- 01 02 03 04 05 06
07 08 09 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 -- -- --

Questa settimana

Visitatori
Visitatori Correnti : 15
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Top - Siti web
Software lavanderie (IT)
lotta al falso (IT)
anticontraffazzione (IT)
Analisi e ricerca tessile (IT)

I preferiti
Borsa Italiana (61975)
Regioni Italiane (4823)
Parlamento Europeo (4588)
Codice Fiscale (4429)
Camere commercio (4351)
Cerca con Google (3648)
Confartigianato (2983)
Il tuo sito web (2936)
C.N.A (2896)
Unione Europea (2861)
Ministero Finanze (2779)
Gazzetta ufficiale (2589)
Agenzia entrate (2576)
C.N.R (2508)
Comuni Italiani (2476)
Pagine Gialle (2417)
I.N.P.S (2396)
Ambiente diritto (2385)
I.N.A.I.L (2368)
Pagine Bianche (2318)
Corte Costituzionale (2297)
Poste Italiane (2290)
Governo Italiano (2265)
La tua Banca (2258)
Italia Lavoro (2222)
Province Italiane (2209)
Unionecamere (2165)
Il sole24ore (2147)
I.S.T.A.T (2027)
Parlamento Italiano (2008)

 
Pronto soccorso in azienda
Inserito il 19 novembre 2006 alle 16:50:37 da fernando.

Guida alla formazione e al pronto soccorso


   

D. Quante ore di formazione sono previste per gli addetti al Pronto Soccorso in azienda?

R. Per gli addetti al pronto soccorso appartenenti ad aziende del Gruppo A sono previsti corsi per un totale di 16 ore, mentre per gli addetti appartenenti ad aziende del Gruppo B e C sono previsti corsi della durata di 12 ore. Gli obiettivi didattici ed il programma dei suddetti corsi sono riportati negli Allegati 3 e 4 del D.M. 388/03.
 
Formazione dei lavoratori designati al pronto soccorso
      
D. Chi può svolgere la formazione dei lavoratori designati al pronto soccorso in azienda?

R. La Formazione agli addetti al pronto soccorso può essere svolta da personale medico, in collaborazione, dove possibile, con il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale. Nello svolgimento della parte pratica, il medico può avvalersi della collaborazione di personale infermieristico o di altro personale specializzato.
   

D. Chi sono gli Addetti al Pronto soccorso in Azienda?

R. Il datore di lavoro deve provvedere a designare gli addetti al Pronto soccorso come stabilito dall’art. 12, comma 1, lettera b) del D.Lgs. 626/94 e successive modifiche ed integrazioni; quindi provvedere alla loro adeguata formazione con istruzione teorica e pratica per l’attuazione delle misure di primo intervento interno e per l’attivazione degli interventi di pronto soccorso.

 Cassetta di pronto soccorso e pacchetto di medicazione
   
    D. Che cosa si intende per cassetta di Pronto soccorso e per Pacchetto di medicazione?

R. L’Allegato I del Decreto 15 luglio 2003, n. 388 stabilisce che per le aziende classificate nel Gruppo A e B deve essere presente la cassetta di pronto soccorso il cui contenuto minimo comprende:

- guanti sterili monouso (5 paia);
- visiera paraschizzi. Flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 1 litro (1)
- flacone di soluzione fisiologica (sodio cloruro - 0,9 % da 500 ml. (3)
- compresse di garza sterile 10 x 10 in buste singole (10)
- compresse di garza sterile 18 x 40 in buste singole (2)
- teli sterili monouso
- pinzette da medicazione sterili monouso (2)
- confezione di rete elastica di misura media (1)
- confezione di cotone idrofilo (1)
- confezioni di cerotti di varie misure pronti all’uso (2)
- rotoli di cerotti alto cm. 2,5 (2)
- un paio di forbici
- lacci emostatici (3)
- ghiaccio pronto uso (due confezioni)
- sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari (2)
- termometro
- apparecchio per la misurazione della pressione arteriosa.

Invece, per le aziende classificate nel gruppo C deve essere presente il pacchetto di medicazione il cui contenuto minimo comprende:
- Guanti sterili monouso (2 paia).
- Flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 125 ml (1).
- Flacone di soluzione fisiologica (sodio cloruro 0,9%) da 250 ml (1).
- Compresse di garza sterile 18 x 40 in buste singole (1).
- Compresse di garza sterile 10 x 10 in buste singole (3).
- Pinzette da medicazione sterili monouso (1).
- Confezione di cotone idrofilo (1).
- Confezione di cerotti di varie misure pronti all’uso (1).
- Rotolo di cerotto alto cm. 2,5 (1).
- Rotolo di benda orlata alta cm. 10 (1).
- Un paio di forbici (1).
- Un laccio emostatico (1).
- Confezione di ghiaccio pronto uso (1).
- Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari (1).
- Istruzioni sul modo di usare i presidi suddetti e di prestare i primi soccorsi in attesa del servizio di emergenza.

Il contenuto minimo della cassette di pronto soccorso e del pacchetto di medicazione è aggiornato con Decreto dei Ministri della salute e del lavoro e delle politiche sociali tenendo conto dell’evoluzione tecnico-scientifica.

 Rapida attivazione del Servizio Sanitario Nazionale
   
   
D. Che cosa si deve intendere per "mezzo di comunicazione idoneo ad attivare rapidamente il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale (SSN)"?

R. L’Azienda deve poter disporre di una unità di soccorso in grado di intervenire in caso di necessità per un primo intervento sia di giorno che di notte. Tale necessità può essere assolta attraverso la chiamata delle ambulanze:
- del presidio ospedaliero più vicino all’Azienda;
- degli ospedali di zona;
- delle ambulanze che fanno capo alle strutture di soccorso volontario presenti in zona;
richiedendo i relativi recapiti telefonici direttamente alle ASL o al Comune in cui è ubicata l’Azienda. I numeri di telefono devono essere messi a disposizione degli addetti al Primo Soccorso ed anche affissi in luoghi facilmente visibili e noti a tutti.

La persona incaricata a chiamare i soccorsi deve essere in grado di individuare la struttura di soccorso più vicina e di fornire rapidamente ai soccorritori precisi riferimenti per raggiungere il luogo dell’infortunio. Tale lavoratore poi non dovrebbe essere lo stesso designato a soccorrere l’infortunato al fine di evitare vuoti operativi. E’ opportuno poi che una delle persone designate al Primo intervento si rechi all’Ospedale con l’infortunato per fornire informazioni circa la dinamica dell’infortunio.
Nel caso in cui l’Azienda dovesse essere ubicata in zone difficili da raggiungere, l’Azienda può valutare la necessità di disporre di un proprio automezzo per il trasporto degli infortunati idoneo a percorre i tratti di strada difficili in modo tale da poter raggiungere il luogo di arrivo dei mezzi di soccorso.

 
Inserzioni


Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Mappe

Mappe
Riempi i campi sottostanti per avere la mappa. L'unico dato obbligatorio č la cittą.
Indirizzo
Codice Postale
Cittą
Paese



 
 © Lavanderie.it 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.6 derivato da ASP-Nuke v1.2
Questa pagina č stata eseguita in 1,25secondi.
Versione stampabile Versione stampabile